Miglioramento sismico
Gruppo Nulli S.p.A. - Vittoria di Alessandro Scotti della MTB Iseo Racing al Memorial F. Borbognoni 2011
Pubblicato il: 29.07.2011

Vittoria di Alessandro Scotti della MTB Iseo Racing alla 14a edizione del Memorial F. Borbognoni

Sabbio Chiese (BS) - Dopo il secondo posto nella prova di Navazzo, ottenuto poco più di un mese fa, e dopo la splendida medaglia di bronzo conquistata ai campionati italiani Xc di settimana scorsa, per Alessandro Scotti (MTB Iseo Racing) è arrivata oggi la prima vittoria assoluta stagionale.
Alla 14a edizione il Memorial Francesco Borgognoni - Trofeo Comune di Sabbio Chiese, gara allestita dai ragazzi dell'MTB Italia e valida quale 11a prova del Circuito Bresciacup 2011, il giovane atleta bresciano è autore di una gara tatticamente perfetta.

Vittoria di Alessandro Scotti al Memorial F. Borbognoni 2011

Ad averne la peggio sono stati il bergamasco Riccardo Milesi (MTB Lissone) e il bresciano Alessio Bongioni (Free Bike Erbusco) che per tutto l'anno hanno dettato legge assieme a Scotti.

Tracciato veloce, come tradizione, ma condizionato pesantemente dai forti temporali della notte che hanno messo alla frusta i passaggi nel sottobosco della piccola cittadina valsabbina.
Cinque i chilometri del giro di lancio con lo start che è stato dato dalla frazione di Clibbio, ripida ascesa cementata per allungare il gruppo e veloce discesa che portava ad immettersi nel circuito di gara proprio ai piedi del primo "muro" previsto dal profilo altimetrico.
Qui i bikers giungono in una lunga fila indiana ma comunque sgretolati in decine di gruppetti.

A fare l'andatura sono subito i favoriti della vigilia con Leali Massimiliano (Team Manuel Bike), Riccardo Milesi, Alessio Bongioni e Alessandro Scotti.
Lasciata alle spalle la prima veloce discesa la corsa si è diretta verso il parco "Le Fratte" dove guadi, fango e repentini cambi di pendenza hanno praticamente condizionato la prova di molti atleti.
Si scende verso il single track che immette tra rocce e radici all'ultima asperità prima dell'arrivo: la salita di S.Onofrio.
Una volta al GPM mancano solo 1000 mt al traguardo posto all'interno della pista di atletica che circonda lo splendido campo da calcio comunale, un arrivo in stile Parigi Roubaix.
Al primo passaggio, dopo 13 chilometri percorsi, i quattro di testa (Leali, Milesi, Bongioni e Scotti) hanno già fatto il vuoto alle loro spalle. Il primo a transitare all'inseguimento è il neo campione italiano master 5 Natale Bettineschi (A.S. Boario), seguito a vista da Nicola Pelizzari (Pol. Pertica Basa) e quindi dalla coppia composta da Marco Gilberti (Rosola Bike) e Alessandro Trenti (MTB Agnosine).

In campo femminile è subito assolo per Roberta Seneci (Rosola Bike) che prende il largo sulle avversarie Nadia Tosi (U.S. Sellero) e Silvia Pasini (Zaina Club) in vistosa difficoltà sul fango delle "Fratte".

Ma è al termine del secondo giro che la gara subisce una svolta decisiva. Massimiliano Leali, l'uomo da tenere d'occhio per tutti i pretendenti alla vittoria, ha problemi con la catena appesantita dall'accumulo di fango. Nemmeno il tempo di rendersi conto del problema che il forcellino del cambio cede sotto la poderosa pedalata della nuova rivelazione bresciana.
Milesi, Scotti e Bongioni prendono il largo ma Leali, nonostante veda la vittoria svanire a suon di secondi, non si arrende, anzi! Con tanto cuore e forza d'animo, ma soprattutto con umile rispetto verso la maglia rossa da leader che porta sulle spalle, si ferma, smonta la catena sfilando il cambio. Accorcia la catena posizionandola su di una moltiplica accettabile e la fissa li! Proprio così. Leali si dimostra oltre che un grande atleta anche un ottimo meccanico trasformando, con estrema lucidità e precisione, la sua mountain bike in una "single speed" rimediando così al guaio per poter portare a termine la sua gara.

Con la testa della corsa siamo ormai giunti al gran finale, ai piedi della salita del S. Onofrio, e sono pronti i fuochi d'artificio. Il ritmo aumenta per dar vita all'ultima inesorabile selezione.
Il primo a mollare la presa è Alessio Bongioni che cede il passo al forcing imposto da Scotti che tenta l'azione da lontano. Milesi sembra poter tenere il passo del giovane atleta dell'MTB Iseo ma proprio sugli ultimi 200 mt prima dello scollinamento deve risedersi mentre Scotti sfoga l'ultima sgasata di giornata.

Alessandro Scotti s'invola così, in solitaria, verso lo stadio comunale di Sabbio Chiese dove a braccia alzate si gode la sua prima vittoria assoluta stagionale fermando il cronometro sul tempo di 1h 12' e 58".
Riccardo Milesi giunge secondo a 11" mentre a 45" da Scotti tocca ad Alessio Bongioni completare il podio. Ottima prova anche per un ritrovato Nicola Pelizzari che giunge quarto ad oltre 3' di ritardo dal terzetto di testa.
Proprio con Pelizzari inizia il lungo carosello degli arrivi con tutti gli atleti che sfilano distanziati di pochissimi secondi e, in alcuni casi, che si contendono all'ultimo sprint la posizione in classifica.
Stefano Bonadei (Lissone) è quinto, Mattia Zontini (Agnosine) sesto, Marco Gilberti (Rosola) settimo, Alessandro Trenti (Agnosine) ottavo, Natale Bettineschi (Boario) nono e Nicola Montanari (MDL) decimo.

È poi tempo dell'arrivo della categoria femminile con Roberta Seneci che va a vincere la sua gara completando i tre giri previsti, come le categorie maggiori, in 1h 38' e 29" mentre alle sue spalle Nadia Tosi conquista il secondo gradino del podio con relativa facilità.
Colpo di scena nel corso dell'ultima tornata per il terzo gradino del podio con Silvia Pasini che si ritira a seguito di una foratura lasciando così strada libera a Sara Bodei (Team Manuel Bike) che chiude al terzo posto davanti alla compagna di squadra Mara Ebranati, quarta, e Raffaella de Lorenzi (MDL Racing rew), quinta.

©2018 Gruppo Nulli S.p.A. - P.IVA - Registro Imprese 02153300179 | Download | Gallery | Tradizionale | Sistemi | Grandi Opere | Case | Privacy | Credits |      RSS |