Miglioramento sismico
Gruppo Nulli S.p.A. - Il mondo del legno

Il legno

Il legno Il legno è una materia prima ricavata dagli alberi che sono degli organismi viventi formati da aggregazione di cellule che danno origine sostanzialmente a tre tipi di tessuti:

  1. il tessuto di sostegno formato da cellule filiformi disposte nella direzione di sviluppo del fusto;
  2. il tessuto conduttore destinato a contenere i vasi (orientati sia in direzione orizzontale che verticale) per la conduzione dei succhi all'interno dell'intera pianta;
  3. il tessuto di "riserva" che pone a disposizione le sostanze per lo sviluppo della pianta.

Oltre ai questi tre tipi di tessuti fondamentali è possibile riscontrarne altri (per esempio il tessuto secretore di resina o gomma).

L'accrescimento di una pianta è determinato dall'attività di uno strato generatore di cellule detto "cambio" posto fra la corteccia ed il legno. L'attività del cambio non è costante durante tutto il periodo dell'anno. Nelle zone temperate la produzione di cellule raggiunge il suo massimo in primavera e decresce fino ad interrompersi durante il periodo invernale. Questa attività di tipo stagionale dà origine ad una successione di anelli concentrici dai quali è possibile dedurre una notevole quantità di informazioni relative sia all'età della pianta che al suo sviluppo.

Dall'osservazione degli anelli è possibile ricavare informazioni sia sulle caratteristiche di fertilità del suolo che sulle vicende climatiche che in passato hanno influenzato lo sviluppo della pianta.

Inoltre quando la pianta è giovane l'intera sezione trasversale del fusto è interessata dalla circolazione della linfa. Con il passare degli anni tale attività si sposta progressivamente sulla parte esterna del fusto ("alburno") lasciando all'interno una zona priva di qualsiasi attività fisiologica detta "durame". In generale queste due parti possono presentare diverso colore. In ogni caso il durame risulta essere più compatto, più scuro e quindi più pesante.

Grazie ad alcuni fortunati incontri si sviluppa un’efficiente rete di rivenditori e di tecnici, che con un meccanismo già collaudato vengono resi compartecipi alle fortune dell’azienda in modo da valorizzarne le potenzialità produttive e creative.

La struttura del tronco

  1. ALBURNO: (parte legnosa) zona costituita da cellule sia vive che morte, dove si verifica il passaggio della linfa.
  2. CORTECCIA: rivestimento esterno, ha la funzione di proteggere la pianta da intemperie ed attacchi di insetti.
  3. DURAME: (parte legnosa) zona formata solo da cellule morte. Questa zona è più scura, più compatta, e più resistente dell'alburno.
  4. LIBRO: Strato formato da fibre lunghe e flessibili; è attraversato dalla linfa.
  5. MIDOLLO: Parte centrale del tronco, costituita da cellule spugnose che scompaiono nelle piante vecchie.
  6. CAMBIO: Strato elastico in cui si formano, ogni anno, gli anelli di accrescimento.
©2017 Gruppo Nulli S.p.A. - P.IVA - Registro Imprese 02153300179 | Download | Gallery | Tradizionale | Sistemi | Grandi Opere | Case | Privacy | Credits |      RSS |